STUDIO LEGALE BONO

SEMPRE AL VOSTRO FIANCO PER IL MASSIMO DEI RISULTATI

home          profilo          attività          dove siamo          avvocato on line          links e utilità   
Lo Studio Legale Bono utilizza il sistema del processo civile telematico che garantisce più rapidità e meno costi. Leggi di più

                                                                        
                                    
CORONAVIRUS E CAUSA DI ESONERO DA RESPONSABILITA' DEL DEBITORE
In questi giorni mi hanno contattato diversi Clienti per sapere se, a causa del Coronavirus e delle misure di contenimento adottate a livello nazionale e regionale, possano essere ritenuti esenti da responsailità qualora non possano adempiere alle prestazioni cui si erano in precedenza obbligati.
Potrebbe trattarsi, ad esempio, dell'obbligazione di trasferire un immobile nascente da un contratto preliminare di vendita stipulato prima dell'avvento del Covid-19 oppure dell'obbligo di consegnare una determinata partita di merce ecc.
Senz'altro l'emergenza sanitaria in atto e le misure adottate per il suo contenimento hanno fortemente inciso su vari settori delle attività economiche e di impresa nel nostro Paese.
Leggi di più
SFRATTO PER MOROSITA'
Lo sfratto per morosità è un procedimento speciale che il proprietario promuove, tramite il proprio Avvocato, per riottenere la disponibilità dell'immobile occupato dal'inquilino che non paga regolarmente il canone di locazione.
Leggi di più
INVESTIMENTO PEDONE
Non accennano a diminuire i sinistri stradali nel nostro Paese e neppure gli investimenti di pedoni, complici l'uso degli smartphone alla guida, la fretta e anche la distrazione e l'imprudenza dei pedoni stessi che si "buttano" all'improvviso sulla carreggiata anche su strade a scorrimento veloce, di notte o parlando al cellulare. Leggi di più
PER LA CASSAZIONE LA COLTIVAZIONE DI CANNABIS NON E' REATO
Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato il principio per cui la coltivazione domestica di cannabis non costituisce reato. Leggi di più
INDENNIZZO AI RISPARMIATORI TRUFFATI DALLE BANCHE FALLITE
A seguito del decreto attuativo di agosto, è ora possibile accedere agli indennizzi, presentando apposita domanda, per ottenere un rimborso pari al 30% del costo di acquisto delle azioni e al 95%  del csoto di acquisto delle obbligazioni, con un limite massimo di 100.000 euro per risparmiatore. Leggi di più
VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI ASSISTENZA FAMILIARE
Il Tribunale di Vicenza ha recentemente precisato che il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare di cui all’art. 570 del codice penale si configura allorché il genitore ometta, anche solo parzialmente, il versamento a favore dei figli minori di quanto serva per il loro mantenimento, indipendentemente da ogni accertamento sulla sufficienza della somma prestata in concreto alla loro sussistenza. Leggi di più

INVESTIMENTI: LA BANCA HA L’ONERE DI DIVERSIFICARE ANCHE SE IL TITOLO NON PRESENTA RISCHI
Per la Cassazione (Cass., Sez. I civile, Ordinanza 20 marzo 2018, n. 6911), quindi, non è buona regola per un intermediario far investire l’intero patrimonio su un numero limitato di titoli, in quanto ciò viola la regola prudenziale di diversificare l’investimento.

Leggi di più

LICENZIAMENTI COLLETTIVI

Nel caso di licenziamento collettivo finalizzato alla riduzione del personale nell’ambito di un progetto di ristrutturazione relativo ad una determinata area, il datore di lavoro non può limitare la scelta ai lavoratori di quel settore se questi hanno competenze e professionalità equivalenti a quelle di altre realtà organizzative. Leggi di più
ACCETTAZIONE EREDITA'
A seguito della morte di una persona si apre la successione: l'erede può rinunciare all'eredità oppure accettarla, subentrando in quest'ultimo caso-per intero o pro quota- nella posizione giuridica del de cuius.
L'accettazione dell'eredità può essere espressa o tacita e può avvenire anche (a tutela dell'erede) con beneficio d'inventario.
L'accettazione espressa dell'eredità è una dichiarazione formale resa con atto pubblico innanzi al Notaio o Cancelliere oppure con scrittura privata.
L'accettazione tacita si verifica in assenza di un atto formale quando il chiamato all'eredità compie un atto che presuppone la sua volontà di accettare l'eredità (ad esempio vende un immobile che è entrato in successione oppure paga un debito ereditario con denaro proveniente dall'eredità). Leggi di più
LA DIVISIONE EREDITARIA
Nel caso di comunione ereditaria di immobili spesso è opportuno procede ad una divisione degli stessi e, così, sciogliere la comunione in modo tale che ciascun condividente diventi proprietario esclusivo di una porzione della massa comune.
La divisione può essere raggiunta in modo amichevole e cioè mediante un accordo tra le parti, oppure giudizialmente e, quindi, a seguito di una causa di divisione per ordine del Giudice.
Esiste anche la divisione testamentaria che viene effettuata direttamente dal de cuius nel testamento.
Per procedere alla divisione occorre preliminarmente formare la massa ereditaria stimando il valore dei vari beni che la compongono.
Tenuto conto delle quote spettanti ai vari coeredi, si formeranno i singoli lotti corrispondenti, per valore, alle quote. Leggi di più
IL BIOTESTAMENTO
Il 31 gennaio è entrata in vigore la L. 22 dicembre 2017 n. 219 sul biotestamento.
Tra le principali novità vi è l'istituzione delle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat).
Pertanto ogni persona maggiorenne, capace di intendere e volere, in previsione di un'eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo essere stato debitamente informato, può, attraverso Disposizioni anticipate di trattamento, esprimere le proprie convinzioni e preferenze in materia di trattamenti sanitari nonché il consenso o rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari. Leggi di più
      
                        
acquisto casa all'asta

ACQUISTO DI IMMOBILI ALL’ASTA - ABOLITA L’IMPOSTA DI REGISTRO DEL 9%


Novità di rilievo nel mercato delle aste immobiliari: al posto della imposta di registro del 9% del valore del trasferimento è stato introdotto un importo fisso di 200 euro per il caso di acquisto all’asta giudiziaria.E’ evidente il notevole risparmio: per esempio se si acquista un immobile del valore di 400.000 euro, anziché 36.000 euro di imposta di registro si pagano 200 euro fissi, o meglio più precisamente una imposta di registro, ipotecaria e catastale di euro 200 ciascuna.
Due condizioni: l’acquisto all’asta deve intervenire entro il 31 dicembre 2016 e l’acquisto deve essere finalizzato ad un successivo trasferimento nel senso che entro due anni l’immobile deve essere nuovamente ceduto. Leggi di più
ARCHIVIO

sitemap

Studio Legale Bono Via Trieste n. 4 - Arona (NOVARA)

Tel . 0323 20481 - Fax 0322 1979984 P.iva 02111740037
email: info@bonostudiolegale.it

Foro di Verbania